In Giordania è stata scoperta la chiesa più antica del mondo.

Postato il Aggiornato il


“Ci sono prove che la chiesa scoperta ha ospitato i primi cristiani, i 70 discepoli di Gesù” afferma Abdul Qader al-Husan, capo del Jordan’s Rihab Centre for Archaeological Studies, e aggiunge: “Crediamo si tratti della prima chiesa al mondo”. La scoperta è stata fatta da un gruppo di archeologi in Giordania, a Rihab, nel nord del Paese, vicino al confine siriano, ed è stata resa nota dal Jordan Times .
La chiesa si trova sotto la già nota chiesa di San Giorgio (che risale al 230).

“I 70 discepoli di Gesù”, continua al-Husan, “fuggiti dalla persecuzione di Gerusalemme, avrebbero riparato nelle chiese della Giordania settentrionale”.

Citando numerose fonti storiche, l’archeologo sostiene che il gruppo ha vissuto e praticato la fede nella chiesa sotterranea per lasciarla solo dopo che l’Impero romano abbracciò il cristianesimo (313 d.C.). d. C.)

Sono presenti, all’interno della cava, alcuni sedili di pietra, verosimilmente destinati al clero, e un’area circolare che fa pensare all’abside. Un profondo tunnel, invece, conduceva ad una fonte d’acqua.

Il vescovo ausiliare dell’arcidiocesi greco-melkita, Nektarious, definisce la scoperta “un’importante pietra miliare per i cristiani di tutto il mondo”. Rihab conta in tutto 30 chiese. Secondo Husan, sia Gesù che Maria erano passati in questa zona.

Annunci