Ritornino al dialogo anche in nome delle comuni radici cristiane

Postato il


Benedetto XVI
Benedetto XVI

Dalla cittadina altoatesina di Bressanone, dove sta concludendo le vacanze, il Papa fa appello affinchè «cessino immediatamente le azioni militari» in Ossezia meridionale: Georgia e Russia imbocchino «il cammino del negoziato e del dialogo» e si astengano, «anche in nome della comune eredità cristiana», da ulteriori ritorsioni «che possono degenerare in un conflitto di ancor più vasta portata».

«Sono motivo di profonda angustia le notizie, sempre più drammatiche, dei tragici avvenimenti che si stanno verificando in Georgia – ha detto Benedetto XVI a conclusione dell’Angelus recitato nella centrale piazza del duomo – e che, a partire dalla regione dell’Ossezia meridionale, già hanno causato molte vittime innocenti e costretto un gran numero di civili a lasciare le proprie case».

«È mio vivo auspicio – ha proseguito Papa Ratzinger – che cessino immediatamente le azioni militari e che ci si astenga, anche in nome della comune eredità cristiana, da ulteriori confronti e ritorsioni violente, che possono degenerare in un conflitto di ancor più vasta portata; si riprenda, invece, risolutamente il cammino del negoziato e del dialogo rispettoso e costruttivo – ha chiesto Benedetto XVI – evitando così ulteriori, laceranti sofferenze a quelle care popolazioni».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...