Nota a margine. Una bella lezione.

Postato il Aggiornato il


Riportiamo da “Il Tempo” di oggi (Cristoforo Spinella)

La proposta di tre sindaci della Locride per fronteggiare l’emergenza sbarchi.
«Ospitiamo noi i migranti»

Siamo pronti ad ospitare 400 migranti. Nei giorni in cui il Cpa di Lampedusa rischia il collasso e il primo cittadino dell’isola «diffida» le forze dell’ordine dall’introdurre altri clandestini nel Centro, la proposta di tre Comuni della Locride riapre il dibattito sull’accoglienza degli stranieri.
Sulla scia di un’iniziativa avviata già da qualche anno, i sindaci di Riace, Caulonia e Stignano si dicono pronti ad ospitare i migranti irregolari che sbarcano sulle coste italiane. Il progetto prevede l’utilizzo di case sfitte o abbandonate dei centri storici, una scuola inutilizzata e una struttura della Diocesi di Locri. Niente edifici blindati né filo spinato, quindi. Secondo il sindaco di Riace, Domenico Lucano, è un’opportunità per «rivitalizzare i borghi antichi» e «inserire gli immigrati nel tessuto sociale, recuperando anche antichi mestieri». «Gli immigrati devono essere considerati una risorsa», gli fanno eco gli altri due primi cittadini coinvolti. Agli amministratori dei tre Comuni sono arrivati anche i complimenti del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. «In un’Italia in cui prevale l’equazione immigrazione uguale criminalità – ha detto il governatore – non si può che essere orgogliosi per il fatto che da una regione come la Calabria, e ancor più da una terra come la Locride, venga un messaggio opposto».

Questa “nota” è dedicata ai Signori:
Sig. Domenico Lucano, Sindaco di Riace
Prof. Ilario Ammendolia, Sindaco di Caulonia
Sig. Pier Domenico Sasso, Sindaco di Stignano
ed a
Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Vescovo di Locri

Non ho la più pallida idea di quali partiti rappresentino questi tre Sindaci calabresi. Una cosa però è certa: essi rappresentano, in modo inequivocabile, il partito della civiltà, della dignità della persona, del progresso sociale e dell’impegno civile.

Questi tre Signori (la maiuscola è d’obbligo) hanno acceso un fiammefero nel buio, riportandoci alla mente le parole del Santo Padre pronunciate durante l’Angelus dell’11 marzo 2007: ” Accendere un fiammifero vale più che maledire l’oscurità “.

La Diocesi di Locri, dal canto suo, ha dimostrato come la Chiesa sa incoraggiare e sostenere concretamente programmi e progetti in difesa della dignità della persona.

A questi tre Sindaci e al Vescovo di Locri,

S. Ecc. Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Vescovo di Locri-Gerace
S. Ecc. Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Vescovo di Locri-Gerace

(del quale vi invito a leggere e meditare questo bellissimo intervento) un grazie di cuore per averci rammentato, e dimostrato con i fatti, quanto può essere reale, efficace, significativo e potente l’unirsi degli uomini di buona volontà per costruire un mondo certamente migliore.

A differenza di quello vagheggiato dalla senatrice Angela Maraventano, ristoratrice di professione e vice del sindaco di Lampedusa,

La senatrice Angela Maraventano vice sindaco di Lampedusa
La senatrice Angela Maraventano vice sindaco di Lampedusa

la quale, in un’intervista a La Padania espone la sua proposta, concreta e decisamente illuminante, per la soluzione di ogni problema: “Il Cpa di Lampedusa va chiuso e spostato in mare“..

Annunci

4 pensieri riguardo “Nota a margine. Una bella lezione.

    marta ha detto:
    27 agosto 2008 alle 3:59 pm

    La “notte” serve a far vedere le luminose e rassicuranti stelle!
    Le stelle ci sono anche di giorno, ma chi le vede?
    Di giorno si vedono i fiori del bene, ma di notte si vedono le stelle del bene! … E queste ultime è proprio impossibile non vederle … ed è tanto vero questo che persino i “media” devono alzare la testa, guardarle e darne notizia al mondo.

    hokkekyoshu ha detto:
    28 agosto 2008 alle 9:17 am

    Un’iniziativa icertamente interessante e che sembra portare in primo piano i valori umani e l’amorevolezza!

    Francesco ha detto:
    30 agosto 2008 alle 4:48 pm

    Bella la nota indirizzata ai tre sindaci e al Vescovo di Locri Morosini. il pastore della diocesi calabrese, però, non ha fatto niente in merito alla proposta dei tre sindaci di accogliere nei tre comuni i poveri clandestini che quasi quotidianamente stanno arrivando sulle coste calabresi e di più su quelle siciliane. Anzi, ha posto l’alt alla disponibilità manifestata nei giorni scorsi dal sindaco di riace di essere pronto a predisporre per ospitare i profughi anche nell’immobile costruito nel proprio comune come casa del pellegrino e mai in realtà adoperata. La casa del pellegrino è della chiesa di Locri e di fronte alle ripetute richieste del sindaco di Riace ma i il precedente vescovo Bregantini aveva inteso concederlo per accogliere gli immigrati. ora Morosini, a detta del sindaco lucano, aveva concesso al comune la casa del pellegrino in comodato d’uso (credo) per sedici anni. Lo stesso comune ha inserito la ristrutturazione dell’immobile in un bando della regione Calabria per il relativo finanziamento pubblico. Ora pare che il vescovo Morosini non voglia più dare in uso al comune la casa del pellegrino dopo che ha saputo che Lucano avrebbe intenzione di destinarla a casa di accoglienza per i clandestini. Pare che sia tutto vero. Parola del sindaco di Riace Domenico Lucano.

    Redazione ha risposto:
    30 agosto 2008 alle 6:45 pm

    Scriveva Giuseppe Prezzolini, nel 1921 (Codice della vita italiana, Cap. VI Delle Leggi, 40): “In Italia nulla è stabile fuorché il provvisorio.”
    Da parte mia sarei contento di apprendere che quel “pare” appartenga ad un’instabile provvisorietà e possa “disapparire”.
    Sarei grato al lettore se volesse citare la fonte di questa informazione, non essendo riuscito, dall’estero dome mi trovo, a trovarne conferma da nessuna parte attraverso i non pochi canali informativi che passano per internet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...