La Meditazione

Postato il Aggiornato il


tiberiade_lago_gesu_in_mediChe strana cosa: siamo in Quaresima e si parla di luce. Domenica scorsa di acqua e domenica si parlerà di luce.
Acqua e luce: cose essenziali senza la quale tutto morirebbe.
Una luce che viene dal “di dentro” e che esce liberamente e NON a comando: esce ed illumina.
Eravamo in Avvento quando parlavo di “diamante in mezzo al cuore” ed ora siamo ancora qui a guardarlo questo diamante di nome Gesù, il – concedetemelo – primo Figlio di Dio generato.

Apostoli spaventati … e chi non lo sarebbe? Ma spaventati perche hanno sentito Dio? Perchè hanno visto il loro amico Gesù così trasfigurato nello splendore?
Può darsi, ma credo anche abbiano sentito qualcosa nel loro cuore che si squarciava per poterci incastonare questo diamante di luce.

Spaventati perchè poi – e l’hanno intuito prima che Gesù dicesse loro di “scendere dal monte” – Gesù li ha spinti a scendere tra gente, nel buio dell’incertezza, nel mondo degli uomini. Si stava così bene lì, perchè mai scendere?

Ma come Gesù, nascendo, ha portato la luce nel mondo, così anche noi porteremo la Sua luce nel mondo. Sua Luce che è dentro di noi, al di là di titoli accademici, di doni speciali, di caratteristiche particolari.

Quanta luce porti nel mondo? Sembra questa la domanda che Gesù ci sta ponendo.
E portare la luce è semplicemente essere capaci di vedere il bello dove sembra esistere solo il brutto, vedere il buono dove sembra esistere solo il male, vedere la speranza dove sembra esserci disperazione.

Non serve molto e non serve essere “bravi di parola”, essere gente colta e chissà che cosa: basta essere teneramente umani, semplicemente umani.

Quanta luce portiamo nel mondo?
Ma in questo mondo piccolo piccolo che è dietro l’angolo della nostra strada, dietro la porta della nostra casa.

Adesso tocca noi essere luce del mondo … è certo che gli apostoli su questo si sono spaventati!

E San Paolo risponde a questa paura: ma di cosa abbiamo paura? Con questo diamante la paura scappa, perchè la paura è la prima tentazione del buio.

Ma … siamo andando verso il Natale o stiamo andando verso la Pasqua? Siamo in avvento o in quaresima?
Forse sarebbe più facile dire che dalla Pasqua attraverso la Quaresima siamo chiamati a convertire tutte le nostre forze nella luce per “essere Natale”, per “fare Natale” con chiunque incontriamo

I tempi si fondono nella luce, il tempo prende la sua giusta misura di eternità che mai inizia e mai ha fine.

Ma … non ci verrà chiesto nulla di eccezionale, dovremo essere solo quello che siamo: acqua che riflette la luce e in contemporaneamente illumina e disseta.

Difficile? Forse, ma non è forse vero che nulla è impossibile a Dio?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...