Nota a margine. Arrivano i mostri.

Postato il Aggiornato il


note1C’era da aspettarselo: basta che il Papa apra bocca ed eccoli lì, pronti a criticare prima ancora che finisca il discorso. Ma oggi non si tratta più dei soliti anticlericali da strapazzo o avvinazzati mangiapreti da osteria: ora tocca ai loro illustrissimi rappresentanti presso i governi francese e tedesco sparar bordate contro il Papa, reo d’aver affermato nientemeno che la piaga dell’AIDS si combatte innanzitutto “con l’educazione ad un uso  corretto della sessualità, al progresso della ricerca e all’assistenza dei malati”.
Certo c’è da capirli, vuoi mettere quanto sia più pratico e meno dispendioso l’uso del preservativo? Con il preservativo ti levi dai piedi tutta una serie di problemucci da risolvere e accontenti un po’ tutti. All’insegna del “godi popolo”, vale a dire “paga le tasse e fa’ come ti pare”, i governanti tedeschi e francesi insorgono contro questo Papa, che pretende di intrufolarsi in una materia tanto delicata di esclusiva competenza delle loro laicissime istituzioni. E lo fanno con austero cipiglio, con tono autorevole, perbacco! A sentirli parlare sembrerebbe quasi che siano loro che da secoli inviano anime consacrate al servizio gratuito dei malati negli angoli più remoti della terra.

Farebbero meglio, i signori il cui democratico fondoschiena siede incollato sulle poltrone del potere, a perder meno tempo a far le bucce alle parole del Papa, e a dedicarsi con maggior attenzione a tentar di rimettere un po’ a posto le cose che la loro dissennata amministrazione ha scombinato in un’Europa attanagliata da una crisi economica senza precedenti.

Farebbero assai meglio a cercar di trovare una soluzione per i milioni di giovani senza lavoro che rischiano di invecchiare senza arte né parte. Farebbero meglio ad occuparsi dei problemi degli anziani che, dopo aver speso un’intera esistenza lavorando ogni giorno per poter vivere una decorosa vecchiaia, oggi non arrivano neanche a metà mese con la loro pensione da fame.

Ne avrebbero tante di cose di fare. Lo sappiamo bene ed è inutile far l’elenco.

Di sicuro però l’unica cosa che non possono permettersi di fare è quella di criticare l’autorità morale del Santo Padre.

In questo modo non fanno altro che dimostrare quanto sia limitata la loro intelligenza politica e quanto sia inadeguata la loro cultura rispetto alla missione di governo che dovrebbero onorare con ben altra serietà e ben altro impegno.

Annunci

3 pensieri riguardo “Nota a margine. Arrivano i mostri.

    marta ha detto:
    19 marzo 2009 alle 12:40 am

    Grazie Calibano!

    Io ho avuto l’impressione di un andare a cercare un motivo per attaccarlo, per screditarlo … Ma non è la prima volta che accade una cosa del genere. Da quando poi ha “perdonato” i lefebvriani …
    Se fossimo un po’ più leali, non sarebbe male, non sarebbe davvero male.

    Paolo ha detto:
    19 marzo 2009 alle 4:06 pm

    Ma in fondo il Papa cosa ha detto di nuovo? Mistero della fede…

    marta ha detto:
    20 marzo 2009 alle 12:09 am

    Di nuovo veramente ha detto tanto nelle altre domande dell’intervista, che sono state puntualmente saltate.
    Sta succedendo come il perdono ai vescovi lefebvriani, la stessa cosa: nessuno che ha guardato al gesto del Papa, nessuno che si è chiesto (con un minimo di logica) a cosa era dovuta la scomunica e tutti addosso ed attirati dai discorsi di Williamsons .. (datati alcuni mesi fa). Insomma alla stampa andava bene sollevare il popolo contro il Papa tirando in ballo lo scandalo degli ebrei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...