Nota a margine. I Pastori della Chiesa Italiana non han proprio nulla da dire?

Postato il Aggiornato il


note1 Abbiamo già avuto modo di segnalare, un anno fa, da queste stesse pagine, l’iniziativa, a dir poco aberrante di una “Guida delle Messe” che, nello stesso modo in cui si propone una classifica dei ristoranti, trattorie e bettole, si attribuiscono “candele” e “messali” alle celebrazioni liturgiche nelle varie chiese e santuari della penisola.

Ecco qui, da un noto settimanale, come l’autore di questa “Guida” ne fa propaganda:

Celebrazioni affollate di turisti, caldo insopportabile, inginocchiatoi introvabili, microfoni malfunzionanti e prediche incomprensibili di sacerdoti stranieri: le messe estive nelle località balneari o di montagna finiscono spesso per essere un calvario, o almeno per causare distrazione. Per evitare brutte sorprese si può ricorrere alla Guida alle messe di Camillo Langone (Mondadori). Una sorta di «Michelin dello spirito» redatta dal giornalista del Foglio appassionato di gastronomia che, come spiega a Panorama, non ama perdere tempo: «La domenica mattina prima vado a messa e poi a pranzo; una volta tornato a casa, con un articolo recensisco il ristorante e con un altro la funzione religiosa». Al posto delle stelle Michelin, per stilare la classifica delle messe Langone ha scelto le candele (da una a cinque per l’arredamento della chiesa) e i messali (da uno a cinque per la funzione religiosa).

Sullo stesso giornale non hanno alcun problema a scrivere Bruno Vespa e Magdi Cristiano Allan ai quali, evidentemente, non fà né caldo né freddo che dalle stesse pagine dalle quali ci dispensano le loro pillole di saggezza, ci si prenda gioco del sacramento dell’Eucaristia in un modo tanto oltraggioso e blasfemo. Evidentemente il compenso che ricevono li dissuade dal prender le distanze da tale abominio.

Ma i Pastori della Chiesa Italiana non hanno proprio nulla da dire al riguardo?

Come ho detto all’inizio, già l’anno scorso avevamo denunciato questa cosa. Non ho certo la pretesa di essere letto da qualche eccellenza: il nostro è un modestissimo blog nel quale amiamo ritrovarci in nome dell’amicizia ad un uomo, Don Virginio, che ci ha donato tento nel corso della sua missione pastorale. Ma adesso, forse, sarebbe l’ora che qualcuno prendesse l’iniziativa di segnalare ai sonnecchiosi guardiani del gregge questo vero e proprio oltraggio sacrilego.  Riterrei, quanto meno, doveroso da parte della CEI, diffidare i cristiani dal prendere in considerazione l’idea di servirsi di questa guida. Vengono spesi milioni ogni mese per la comunicazione da parte della Chiesa Italiana: non sarebbe il caso, forse, di avvalersi di persone un po’ meno distratte e più attente a queste cose invece che perder tempo a disquisire eternamente sui massimi sistemi?
A meno che, anche loro, vista la situazione, preferiscano starsene in silenzio, per non creare imbarazzo a nessuno.

Confesso, con molta amarezza, che il loro silenzio mi fa rimpiangere di non esser nato mussulmano, o buddista o indù.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...