Note a margine. Turarsi il naso non basta più.

Postato il Aggiornato il


note1Indro Montanelli, che Dio lo abbia in gloria, in occasione di un’elezione politica, se ne uscì con una delle sue sparate più celebri: “Turiamoci il naso e votiamo DC”. Erano altri tempi e l’uscita di Montanelli fece scalpore, provocando reazioni d’ogni tipo. Pochi sentono, oggi, la nostalgia di quell’epoca e di quel partito politico, anche perché ha regalato a noi cattolici non piccole e non poche delusioni. E tuttavia sarebbe a dir poco ingiusto non voler riconoscere quei meriti che, se pure inquinati, anche in modo pesante, da molte pècche, il partito fondato da Don Sturzo e portato avanti da Alcide De Gasperi, e poi da Amintore Fanfani, da Aldo Moro, da Benigno Zaccagnini, solo per citarne alcuni, ha avuto nella storia dell’Italia del dopoguerra. Sarebbe ingiusto, per esempio, non riconoscere la grandezza di un personaggio come Giorgio La Pira, che in quel partito maturò la propria personalità politica e culturale in modo straordinario.

Ma i tempi sono cambiati e oggi, se fosse ancora vivo, Indro Montanelli non avrebbe più bisogno di turarsi il naso andando a votare. Forse.

Ci chiediamo, tuttavia, con quale altro espediente riuscirebbe a suggerirci di trattenere il voltastomaco che si prova quando si apprende che sul social network più frequentato, appare un gioco, firmato Lega Nord (stando almeno a quel che si vede e si comprende andando su
http://apps.facebook.com/rimbalzaclandestino/ )
che consiste nel riuscire a colpire il maggior numero possibile di imbarcazioni di migranti che si accostano all’Italia.

Ecco, di seguito, le immagini del capolavoro ludico leghista:

Il gioco "rimbalza il clandestino" su Facebook
Il gioco "rimbalza il clandestino" su Facebook

… si prosegue così:

La didascalia al passaggio del mouse è ancora più esplicita...
La didascalia al passaggio del mouse è ancora più esplicita...

… e al termine, se non si riesce a vincere, non manca un incoraggiamento a proseguire:

Non siamo buoni leghisti... che tragedia!
Non siamo veri leghisti... che tragedia!

Da parte nostra non possiamo non sentire un leggero urto del vòmito al pensiero che il Ministro degli Affari Interni del nostro Paese condivide idee e princìpi dello stesso partito il cui logo campeggia sullo sfondo di quel gioco.

Annunci

Un pensiero riguardo “Note a margine. Turarsi il naso non basta più.

    Calibano ha risposto:
    23 agosto 2009 alle 12:44 am

    La pagina del giochino cretino è stata tolta. Peccato, ci piaceva l’idea che restasse la prova provante tanta imbecillità da parte di chi ha da ridire persino sul magistero ordinario della Chiesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...