Don Carlo Riboldi celebra a Maccastorna il 50esimo di ordinazione sacerdotale.

Postato il Aggiornato il


Don Carlo Riboldi

Domenica 29 Novembre 2009
(Alessandro Grecchi)

La pioggia, questa mattina non ha tenuto a casa i fedeli accorsi alla messa domenicale a Maccastorna, borgo sulle rive dell’Adda retto dal nostro Priore Mons. Virginio Fogliazza.

La liturgia, oggi, era un po’ speciale.

Nella bella Chiesa di San Giorgio Martire, è arrivato don Carlo Riboldi, sanrocchino, per celebrare il suo 50esimo anniversario di ordinazione sacerdotale.

Moltissime le coincidenze che legavano la giornata, poichè erano presenti anche alcuni fedeli di Caselle Landi, di cui don Carlo è stato parroco, e che precedentemente (metà degli anni ’70) ha retto anche questa piccola parrocchia.

La prima domenica di Avvento è stata occasione per don Carlo per una sensibile omelia: “Ci stiamo preparando al Natale, all’arrivo di un ospite molto importante nella sua propria casa… non è bello per qualcuno tornare a casa propria e non trovare nessuno ad attenderlo, o chi lo attende che sia impreparato…. prepariamoci bene al Natale…”

Don Carlo distribuisce l'Eucaristia

La celebrazione si è conclusa con un dono del libro della Storia di Maccastorna da parte dell’Ass. Michele Vandone, in rappresentazna del Comune.

L'Assessore Michele Vandone consegna la Storia di Maccastorna a Don Carlo Riboldi

Don Carlo, sul sagrato della chiesa, non ha voluto soffermarsi tanto, poiché i suoi familiari lo aspettavano a casa per festeggiarlo.

Tanti auguri don Carlo, 100 di questi giorni.

Annunci

8 pensieri riguardo “Don Carlo Riboldi celebra a Maccastorna il 50esimo di ordinazione sacerdotale.

    Mirian Vieira ha detto:
    30 novembre 2009 alle 12:09 am

    DON CARLO RIBOLDI ! tANTI AUGURI per 50esimo di ordinazione sacerdotale.
    E CHE DIO VI DIA TANTISSIME SALUTE PER CONTINUARE CON QUESTO DONO MOLTO IMPORTANTE PER LA NOSTRA VITA SPIRITUALE.
    ABBRACCIO
    MIRIAN

    marta ha detto:
    30 novembre 2009 alle 10:27 am

    Non conosco don Carlo, ma l’anniversario di sacerdozio è un gran giorno.
    Io auguro a don Carlo che ogni sua Messa sia come la 1° Messa da lui celebrata, gli auguro che ogni sua Messa sia davvero una “messa in opera della volontà del Signore” affinché le strade per preparare la venuta del Signore siano quelle strade che ognuno di noi ha “storte” nel proprio cuore. Ce n’è sempre una che sfugge al “vaglio” di ogni Avvento ed è forse per questo che ogni anno veniamo chiamati a questa prioritaria e fondamentale (nonché dura) conversione di lasciare che la Parola di Dio diventi vita vissuta pienamente … costi quello che costi (e a volte costa davvero tanto).
    Don Carlo come tutti gli altri sacerdoti sono incaricati proprio di questo Ministero di piena carità: aiutare ogni cristiano a diventare “via diritta, monte spianato, strada pronta per accogliere l’impronta del piede di Nostro Signore”.

    Auguri di cuore e con tanta gratitudine anche se non lo conosco, ma conosco il valore del Sacerdozio Ministeriale ed anche quello comune.

      Alessandro OPSCG ha detto:
      30 novembre 2009 alle 6:54 pm

      Carissima Marta, Pace!
      Vedo sempre i suoi messaggi su questo Blog, e li leggo con attenzione, anche perché siamo uniti da un ideale comune!
      Mi farebbe piacere entrare in contatto con lei, per poter approfondire i temi trattati su queste belle pagine.
      La mia mail é alessandro@reimomo.it
      Un abbraccio fraterno

    Luca Giampiero ha detto:
    30 novembre 2009 alle 11:52 am

    Molto bella l’omelia. Non sapevo che don Carlo fosse stato parroco anche di Maccastorna, oltre che della nostra Caselle. Auguri vivissimi

    Alberto - Lodi ha detto:
    30 novembre 2009 alle 11:53 am

    Viva don Carlo Riboldi. Cento di questi giorni

    Famiglia Polenghi ha detto:
    30 novembre 2009 alle 6:52 pm

    Tanti auguri, don Carlo. Proprio una bella festa, semplice, essenziale, come lo è lei!

    Andréa Marques ha detto:
    8 dicembre 2009 alle 8:34 pm

    De fato, nós não poderemos jamais esquecer de que o Natal nos traz um enorme significado: O nascimento do menino Jesus.

    Hoje em dia as pessoas estão preocupadas com os presentes e tudo o mais, que estão esquecendo que a Festa de Natal nos reafirmar na Fé através do nascimento de Jesus.

    Uma Boa Semana à todos
    Eu adorei ler todo o artigo acima.
    Entendo o italiano, mas ainda não sou capaz de escrever corretamente a lingua italiana.
    Me desculpa, deixar este comentário em português.

    Bjs
    Andréa Marques

    AntonioColombo ha detto:
    26 gennaio 2016 alle 1:57 am

    Saluti dal Perú, Mi sono perso il piatto speciale vicino al Po.
    Augurissimi
    Salutissimi al vecchio
    don Antonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...