Gli auguri di Papa Benedetto XVI

Postato il


“La nascita di Cristo rechi in ciascuno nuova speranza e susciti generoso impegno per la concorde costruzione di una società più giusta e solidale. Contemplando la povera e umile grotta di Betlemme, le famiglie e le comunità imparino uno stile di vita semplice, trasparente e accogliente, ricco di gesti di amore e di perdono.”

Annunci

Un pensiero riguardo “Gli auguri di Papa Benedetto XVI

    marta ha detto:
    27 dicembre 2009 alle 12:55 am

    Arrivo un po’ tardi per gli auguri e vorrei farlo con le parole del profeta Isaia
    “Hai moltiplicato la gioia, / hai aumentato la letizia. / Gioiscono davanti a te / come si gioisce quando si miete / e come si esulta quando si divide la preda. / Perché tu hai spezzato il giogo che l’opprimeva, / la sbarra sulle sue spalle, / e il bastone del suo aguzzino, / come nel giorno di Madian. / Perché ogni calzatura di soldato che marciava rimbombando / e ogni mantello intriso di sangue / saranno bruciati, dati in pasto al fuoco. Perché un bambino è nato per noi, / ci è stato dato un figlio. / Sulle sue spalle è il potere / e il suo nome sarà: / Consigliere mirabile, Dio potente, / Padre per sempre, Principe della pace. / Grande sarà il suo potere / e la pace non avrà fine / sul trono di Davide e sul suo regno, / che egli viene a consolidare e rafforzare / con il diritto e la giustizia, ora e per sempre”.

    E’ la 1° lettura della Messa di Natale in rito ambrosiano.
    Mi sarebbe piaciuto portare la genialità si Sant’Ambrogio che ha intuito che il Natale aveva a che fare con la Pasqua, che l’Avvento è il vero tempo di conversione e difatti, nel rito ambrosiano, ha la durata di 40 giorni. Nel mio piccolo l’ho sempre “azzardato” ed è con gioia che ho scoperto che è davvero così.
    La liturgia ambrosiana prevede nella Messa di mezzanotte 4 letture + San Paolo ed il Vangelo, proprio a significare questa relazione … di più legame.

    Ecco, auguro a tutti che le parole di Isaia diventino reali, concrete, auguro a tutti di favorire questa incarnazione che è, sì, profezia, ma è anche una promessa che si manterrà. Probabilmente, per quanti tradurranno queste parole in vita, per quanti faranno fare un buon Natale (piuttosto che badare a sé stessi), per quanti non chineranno la testa davanti a prepotenti, per quanti ameranno anche quando saranno odiati, per quanti perdoneranno e ricominceranno tutto da capo con nuova fiducia, per quanti diranno “grazie”, per quanti non ritirano un dono a costo di morire … per tutti questi, è probabile che capiti come a Giuseppe e Maria
    “perché per loro non c’era posto nell’alloggio”.
    E’ dal rifiuto che nasce l’amore gratuito, è dal dolore – a volte – che nasce l’accoglienza e garantisco che non esiste nulla al mondo che tolga quella profonda tenerezza nel cuore anche se gli occhi sono invasi da lacrime e la tentazione di non sperare aggredisce.

    La speranza sia per tutti non solo un qualche cosa che si desidera, ma sia la certezza che nulla di buono andrà perso, nulla di vero perderà valore, nulla di luminoso perderà luce. Ci è stato promesso, abbiamo visto e con la vita testimoniamo che il Risorto è nato … L’uomo Gesù con la Resurrezione ha fatto di noi dei bambini con un altro spirito: lo Spirito Santo.
    L’accoglienza sia per tutti il distintivo di uomini e donne che hanno visto quella Luce in una capanna.
    La tenerezza sia il respiro che dà voce alle parole ed auguro a tutti di esagerare nel bene, di correre prima che la necessità si verifichi … perchè anche noi siamo figli di un Padre che è l’esagerazione per eccellenza.

    Auguri a tutti … è da oggi che dobbiamo dare “corpo” al Natale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...